Orecchini giganti: a chi stanno bene

Mie care Regine,

oggi parliamo di accessori e più nello specifico parliamo di orecchini, importantissimi nella realizzazione di ogni nostro abbinamento quotidiano.

Le tendenze di stagione li vedono protagonisti in chiave maxi in tutte le sue tipologie: con le frange, a cerchio, pendenti, pieni di strass.

Un accessorio di questo tipo può far cambiare volto a qualsiasi Outfit;  in particolare i maxi orecchini che vediamo nei negozi in questo periodo, donano un allùre molto folk a chiunque li indossi.

Zara li ha riproposti in chiave molto giocosa, colorati e ricchi di nappine in tessuto.

 

Forever 21

 

Zara

 

Nei negozi potete trovare numerosi modelli tempestati di strass, da abbinare anche a look da giorno, in modo da sdrammatizzarne l’effetto.

Ma un orecchino di questo tipo, può essere indossato da tutte?

La risposta va cercata osservando con attenzione la lunghezza del vostro collo: questa tipologia di orecchini è considerata l’ideale per chi ha un collo lungo.

Al contrario, chi ha un collo molto corto, noterà che un orecchino così enfatizzerà ulteriormente questa caratteristica, che verrà al contrario smorzata da un orecchino a bottone.

Ne avevo già parlato in uno dei miei primi post, vi ricordate Accessori e Camouflage?

 

Zara

 

A questo punto, per avere il quadro completo della situazione, dobbiamo analizzare attentamente anche l’abbigliamento con cui indossare i maxi orecchini.

Indubbiamente, qualsiasi abito, camicia o maglia con scollo a giro saranno indicati e l’abbinamento con un orecchino pendente risulterà molto equilibrato e armonico.

 

Bantoa

 

Anche l’abbinamento di un maxi orecchino pendente ad una blusa o abito con spalle scoperte è l’ideale, sia con scollo orizzontale che asimmetrico.

Questa stagione è perfetta per indossarli insieme, ve ne ho parlato anche nel mio post Spalle in evidenza della scorsa settimana!

 

Bantoa

 

La vestibilità di un maxi orecchino è davvero importante, per cui vi sconsiglio vivamente di indossarlo insieme ad una collana, appesantirebbe troppo il vostro Outfit, nonostante Zara proponga il contrario!!

Meglio optare per un anello o una cascata di bracciali etnici!

 

Zara

 

L’ estate ormai è praticamente alle porte, per cui iniziate a tirare fuori dagli armadi i vostri maxi dress a fiori da abbinare ad orecchini giganti e ricreerete così un look da gitana!

A presto Regine!

Marisa

 

Imitazioni Rockstud Valentino: dove acquistarle?

Mie care Regine,

oggi voglio parlarvi delle scarpe dei miei sogni: le Rockstud di Valentino!

Non posso veramente fare a meno di “sbavare” ogni qual volta le vedo proposte tra le immagini che trovo su Pinterest, dove giornalmente navigo per aggiornare la mia bacheca “Ispirazioni di Outfit”.

 

Shop Stasy

 

Penso che insieme alle Louboutin, siano le scarpe più ricercate e desiderate da noi donne e proprio per questo sono anche le più imitate!!

Anche perché, quelle originali, diciamolo, hanno un costo proibitivo per noi comuni mortali!

Quindi ho pensato di darvi alcuni consigli per trovare delle ottime imitazioni a prezzi più abbordabili.

Mai come in questo caso, Zalando mi viene in aiuto!

Lo so che vi “stresso” sempre con questa faccenda dello Shopping on line, ma ormai lo sapete, sono diventata un’esperta e quindi cerco di darvi i consigli migliori, per spendere bene ed essere soddisfatte!

Se volete puntare su un modello economico ed in ecopelle, vi consiglio l’imitazione di Tamaris, modello ballerina.

 

Zalando – Tamaris

 

Se volete rimanere sempre su un modello economico ma vi piace di più la scarpa con il tacco, Marco Tozzi ha il modello che fa per voi; vi consiglio vivamente questo marchio, al di là del modello Rockstud, ha modelli sempre molto graziosi a prezzi davvero competitivi (ci aggiriamo sempre intorno alle 50,00 euro).

 

Zalando – Marco Tozzi

 

Sempre su Zalando, potete trovare due marchi che si chiamano Dune London e Lodi, che offrono modelli di maggior qualità.

Lodi ha una gamma di modelli, di colori e fantasie davvero invidiabili: il prezzo sale intorno ai 200,00 euro, ma costano comunque 500 euro in meno delle originali e sono comunque scarpe in pelle!

Zalando – Dune London

 

Zalando – Lodi

 

Zalando – Lodi

 

Ah che meraviglia!! Anche a voi piacciono come a me? Io ho gli occhi a forma di cuore!

Se volete, potete scrivermi nei commenti quali sono le scarpe dei vostri sogni…chissà che non riesca a trovare delle imitazioni anche per voi!

A presto Ragazze!

Marisa

Come indossare la fantasia animalier

Mie care Regine,

il post di oggi vuole essere di ispirazione per ciascuna di voi, che guardando alla stampa animalier e più in particolare alla stampa maculata, pensa che quest’ultima sia volgare oppure da signore attempate che vogliono dimostrare la loro “aggressività” e “sensualità”.

In realtà la storia della stampa animalier nasce nel lontano 1947 dall’estro del grande Christian Dior, per cui, proprio per questo, dobbiamo pensare che possono esserci moltissimi altri modi per interpretarla nella maniera corretta e senza risultare eccessive.

 

coutureallure-blogspot-com

coutureallure.blogspot-com

 

Infatti, dopo di lui, altri stilisti come Yves Saint Laurent, Roberto Cavalli e Gianni Versace, fecero di questa stampa il loro marchio distintivo, che rimase tale in tantissime collezioni a partire dagli anni Sessanta.

 

fashiongonerogue-com

fashiongonerogue.com

 

La stampa animalier si suddivide poi in diverse tipologie:

  • Maculato
  • Zebrato
  • Pitonato

In questo post, ci soffermeremo in particolare sulla stampa maculata, ma considerate che la maggior parte dei consigli che vi darò, può essere valido anche per le altre tipologie.

 

solesociety

solesociety

Devo dire che capisco i vostri dubbi, anche io in principio guardavo a questa stampa con diffidenza, ma con il passare del tempo ha cominciato a piacermi; all’inizio ho iniziato a inserirla in piccole dosi, tramite l’uso di accessori come pochette o scarpe.

 

 

Sono arrivata infine, durante questi ultimi saldi invernali, ad acquistare un capo interamente in questa fantasia.

Il segreto per fare un abbinamento corretto?

Prima di tutto, scegliete di indossare la fantasia nella parte del vostro corpo più piccola; nel mio caso, infatti, ho scelto una gonna, perché sono le gambe la mia parte del corpo da valorizzare.

Non avrei mai indossato una camicetta, in quanto, come ormai saprete, ho un seno molto prosperoso e allora sì che sarei apparsa volgare!!

 

Rimasta folgorata, da come la scelta di capi in questa fantasia, stesse rendendo il mio guardaroba più interessante, ho cominciato a proporre Outfit ispirati alle varie fantasie animalier anche sulla mia pagina di Polyvore!

 

 

Ma ora veniamo a noi: a quali colori posso abbinare capi o accessori in fantasia maculata?

Sicuramente tutti gli abbinamenti con i colori  beige, bianco, nero e marrone sono quelli su cui dobbiamo puntare se non vogliamo strafare e rimanere sul sicuro.

 

plus-google-com

plus.google.com

 

Molto indicato è anche il rosso, ma fatelo solo se vi sentite sicure di voi stesse, indossando questo colore, anche’esso molto deciso.

 

omgoutfitideas-com

omgoutfitideas.com

 

instagram-com

instagram.com

Si presta in maniera molto piacevole anche ad abbinamenti con colori pastello, come il rosa, l’azzurro e il giallo.

 

somethingnavy-com

somethingnavy.com

Poi ci sono tutti gli altri colori, tipo il blu e il verde, sui quali possiamo creare abbinamenti davvero unici e molto particolari; ma anche questa scelta ve la consiglio solo se vi sentite padrone dell’arte degli abbinamenti, in special modo se volete accostare anche una fantasia differente.

 

 

respectthesoes-blogspot-it

somethingnavy.com

 

polyvore-c0m

polyvore.com

 

L’arte di saper abbinare due fantasie diverse fra loro nello stesso Outfit è sicuramente una cosa che oggi è molto in voga, anni fa nessuno si sarebbe sognato di farlo!

Per cui ho pensato che sicuramente nel prossimo post potrei darvi tanti consigli utili per diventare padrone di questa nuova tendenza!

A presto Regine!

Marisa

 

 

 

 

 

Cappello: Come sceglierlo in base alla forma del viso

Mie care Regine,

Buon 2017! Come state? Avete passato delle buone vacanze natalizie? Spero proprio di si!

Io ho fatto una pausa dal Blog ma comunque non mi sono fermata; ho approfittato di questi giorni per studiare e nel frattempo mi sono iscritta al corso sulle nuove tendenze Primavera Estate 2017 all’ Academy di Carla Gozzi, così come già anticipato nell’ultimo post di mia sorella Valentina.

Per il primo post dell’anno ho pensato di scrivere  qualcosa riguardo ad un accessorio che anche io da poco ho scoperto e ho iniziato ad utilizzare: il cappello.

So già che state pensando al fatto che non l’avete mai usato, che vi sentite buffe e che proprio non fa per voi! La pensavo così anche io, ma poi la cervicale e la vecchiaia hanno avuto la meglio e mi sono dovuta attrezzare contro l’umidità!

Per cui mi sono documentata ed ho scelto sul sito di Diffusione Tessile un modello che ho capito potesse essere adatto a me: una bellissima cloche che adoro e che ormai è diventata un accessorio per me inseparabile!

A parte il fatto che il cappello è un accessorio che regala sempre molta personalità per cui non abbiate paura e continuate a leggere perché ora vi spiegherò come scegliere il modello più adatto a voi.

Prima di tutto dobbiamo andare di fronte allo specchio e scrutare con attenzione il nostro viso: qual’è la sua forma?

Se il tuo mento è tondeggiante, hai le guance piene e l’attaccatura dei capelli risulta circolare probabilmente hai il viso rotondo.

Se invece hai una fronte alta e la linea della mascella è corta e sfuggente allora la forma del tuo viso è allungata.

Se invece guardandoti allo specchio noti che la larghezza del tuo viso è quasi uguale alla sua lunghezza e hai il mento molto pronunciato, allora hai il viso quadrato.

Viso Rotondo:

Il cappello più adatto a questa forma del viso è sicuramente un modello che con la sua asimmetria e particolarità ne smorzi un po’ la rotondità: perfetti quindi i modelli tipo basco oppure le cuffie in lana oversize che scendono da un lato.

 

 

 

 

Viso Allungato:

Con questa forma del viso è importante bilanciare la sua lunghezza con la larghezza della falda del cappello, quindi, pollice in alto per tutti i modelli a tesa larga.

 

 

 

 

Viso quadrato:

Infine, il modello perfetto per un viso quadrato è quello che ci aiuta ad ammorbidirne le linee e che ci aiuti a smussare il mento: perfetto quindi i modelli a cloche.

 

 

 

 

Il consiglio migliore che in ogni caso posso darvi è quello di provare e provare fino a che non trovate il modello che proprio vi calza a pennello! Vedrete che dopo non potrete più farne a meno!

Il cappello, inoltre, può essere utilizzato come tecnica di camouflage, come dicevo in un post di qualche tempo fa; infatti l’uso del cappello distoglie l’attenzione da un naso particolarmente pronunciato oppure da un fianco largo…pensateci!

E poi, sono da poco iniziati i saldi e quindi ora potrete trovare davvero tantissimi modelli a prezzi più vantaggiosi e quindi potreste anche acquistarne più di un uno da abbinare magari ai diversi capi spalla che indossate abitualmente.

In questo momento si fanno ottimi affari sul sito di Diffusione Tessile: pensate che potete cavarvela con circa 15,00 euro per cappello in lana tipo cloche e con 18,00 euro per un modello a tesa larga. Assolutamente alla portata di tutte!

Detto questo vi saluto e spero che questo post di inizio anno vi sia piaciuto!

Chiudo con un’informazione di servizio: il 28 Gennaio 2017 sarò presente allo Swap Party organizzato come sempre in collaborazione con Red Carpet event & Style presso Ghirba – Biosteria della Gabella.

E’ il primo Swap party dell’anno e siamo davvero cariche ed emozionate! Vi aspettiamo numerose!

A presto Ragazze!

Marisa

Come indossare la cintura

Mie care Regine,

oggi parliamo di un accessorio assolutamente necessario all’interno dell’armadio di ogni donna: la cintura.

E non intendo che la cintura sia necessaria solo perché ci aiuta a  “tenere su” i pantaloni, ma perché  tramite il suo corretto utilizzo può far cambiare volto a qualsiasi outfit  e può aiutare a valorizzare le nostre forme.

Ma dobbiamo fare attenzione, perché è un attimo ottenere l’effetto contrario se non la utilizziamo a dovere.

Vediamo quindi quali sono le regole fondamentali per ottenere un risultato perfetto!

Per quanto riguarda l’utilizzo dei colori, va bene sceglierla tono su tono in base al colore del nostro outfit, così come va benissimo utilizzarla con un colore in contrasto.

elle.com

elle.com

 

lolobu.com

lolobu.com

Con un outfit mono cromatico, invece, è importate sì il contrasto di colore, ma potete scegliere anche un modello un po’ più elaborato.

kourtney rice

kourtney rice

E ora iniziamo a parlare di dimensioni e abbinamenti in base alla nostra fisicità, che è l’aspetto più importante e delicato.

Per quanto riguarda il tessuto, più questo sarà sottile, più di conseguenza anche la cintura in abbinamento lo sarà. Mentre con tessuti tipo la lana grossa, sarà meglio optare per cinture di grosse dimensioni.

roress

roress

 

h & M

H & M

Per voi ragazze dalla fisicità a triangolo, la cintura sarà usata per valorizzare un punto vita già segnato, ed è quindi meglio scegliere un modello sottile.

lolobu.com 3

lolobu.com

ruche

ruche

Un modello sottile è perfetto anche per chi è bassa di statura, in quanto aiuta a non appesantire la figura.

Per la donna dalla fisicità a clessidra, è perfetto sia il modello sottile, ma anche un modello più largo, può regalare una figura ancora più sinuosa.

Mi raccomando però, la seconda opzione solo se si è anche alte di statura!

fashionising.com

fashionising.com

Per chi invece ha una fisicità a rettangolo, per cui con pochissime forme, il modello perfetto può essere quello da portare sui fianchi, visto che il punto vita è praticamente assente.

Anche la donna triangolo invertito e la fisicità di una mela magra possono trarre giovamento dal portare una cintura sui fianchi: la prima perché in questo modo riesce a bilanciare le spalle più larghe, la seconda perché così distoglie l’attenzione da quello che può essere un seno abbondante.

indulgy.com

indulgy.com

 

lescomposates.com

lescomposates.com

La triangolo invertito può indossare anche una cintura sotto il seno per valorizzarsi nella maniera migliore. L’importante è non posizionarla sul punto vita.

chicwish

chicwish

E voi ragazze dalla fisicità a mela? Voi siete quelle che dovrete stare più attente, proprio perché la zona punto vita è per voi il vostro tallone d’Achille!

Il mio consiglio è quello di indossare una cintura abbastanza larga abbinata ad un capo che scenda morbido, ma posizionata un po’ più in alto del punto vita, praticamente sulle costole. In questo modo creerete l’illusione di un punto vita che non c’è.

farben reich

farben reich

Un ulteriore consiglio che mi sento di darvi è di fare attenzione a non stringere troppo la cintura , perché è un attimo ottenere l’orrendo effetto “rotolino”!! Usate come sempre il buonsenso, se vedete qualcosa che “stra-borda”, forse c’è qualcosa che non va!!

Queste sono le regole base per non sbagliarsi e con un po’ di fantasia scoprirete che potete indossare la cintura davvero con qualsiasi tipologia di capo, dal tubino, al maglione al cardigan.

Il segreto sta nel capire che con una cintura andate sicuramente a creare del volume, per cui se la indossate abbinata ad un capo “oversize” , fa al caso vostro se siete delle donne rettangolo o mele magre.

Per tutte le altre forme consiglierei di scegliere tessuti più sottili e morbidi.

be daze live

be daze live

 

lolobu.com 2

lolobu.com 2

 

style bistro

style bistro

Vi ho fatto venire un po’ di curiosità e non vedete l’ora di andare a provare la cintura che fa al caso vostro?

Alla prossima Regine e per qualsiasi altra curiosità scrivete pure nei commenti o in privato a marisa.dangelo.80@gmail.com

A presto!

Marisa

 

 

 

Come abbinare scarpe e borsa

Mie care Regine,

oggi parliamo di un argomento che quotidianamente ci capita sempre di affrontare quando ci prepariamo per andare al lavoro o per una serata speciale, ma che ci lascia spesso con mille interrogativi.

Come abbinare scarpe e borsa?

Questo perché è negli ultimi anni è un po’ cambiata  la consuetudine che voleva che scarpe e borsa fossero perfettamente abbinate tra loro, sia per quanto riguarda il colore che il materiale.

e7475b1b54f5db0101d99aaf5b56f7ad

Oggi le cose sono un po’ cambiate, c’è più libertà negli abbinamenti ma rimangono comunque valide alcune importanti regole di cui non dobbiamo mai dimenticarci.

Prima di tutto c’è un discorso di stagionalità di cui dobbiamo sempre tener conto, per cui mai abbinare borse estive con scarpe invernali e viceversa. Quindi per intenderci, mai la borsa di paglia con stivali in pelle!!

e3913d79e4c44d98e326d20a0ad9b3fb

Inoltre scegliamo sempre per la stagione estiva  tessuti che siano leggeri e colorati, mentre durante l’inverno è meglio prediligere tessuti scuri o la pelle , liscia o scamosciata.

Così come per un occasione speciale o se partecipiamo a una cerimonia  o ad un evento serale, abbiniamo sempre un pochette preziosa a un bel paio di tacchi.

ee2736e63b95965a577ec221f965368e (1)

Queste di cui abbiamo parlato sono più o meno le regole fondamentali da cui non dobbiamo mai allontanarci.

Poi ci sono tantissime altre modalità di abbinamento che richiedono un po’ più di fantasia ed abilità perché è molto facile poi cadere nell’eccesso.

Per esempio, se indossiamo un outfit che prevede l’utilizzo di un capo molto colorato e voluminoso, cerchiamo di rimanere sobrie in tutto il resto, per cui adottiamo scarpe e borsa che siano dello stesso colore.

642fd0ce4222f40ea6a53b1ea0d17bfe

Un’altra alternativa interessante è quella di scegliere il colore della borsa abbinato a uno dei colori presenti già nel nostro outfit, ma stacchiamo poi con l’abbinamento delle scarpe scegliendole di un colore differente ma che si sposi con il resto.

eedea7699ed72e756eca14447f5eb1db

 

f11acb8158c12b36f8463e39c60ec4f2

O possiamo scegliere anche di fare il contrario, abbiniamo le scarpe all’outfit e stacchiamo di colore con la borsa.

165a1025326b5c79cc85cb7f2d50c03a

Ad un look total black ,invece , è sempre molto attuale abbinare una borsa in colori fluo o molto accesi.

e3bbb18050f8079a2103d05a3b19787c

Abbinamento perfetto anche quando scarpe e borsa hanno almeno un colore in comune.

47977f53632a120c10d241dc0fd0597a

Se non volete cadere nella banalità invece di borsa e scarpe dello stesso colore, potete sceglierle in tonalità differenti.

19647a46889d407f4dc2b7107fa1c028

Con un look bianco e nero invece è sempre preferibile staccare con un colore acceso, come un rosso o un blu elettrico.

fdb345f3cb15c975f03bd8eed20dfffd

Oppure con una scarpa animalier…

1bce4c132c27e8ba03113f0b1294162b

O una scarpa colorata e molto particolare…

1e9834994124b8d1c80376b32ff059ec

Ad un look casual con scarpe da ginnastica potete abbinare una shopper nera o comunque in pelle e sarete sempre a posto.

5082a3dd0e692f1a1994dee6b7b2d9f5

Un abbinamento originale può essere quello di scegliere colori complementari , come il giallo e verde oppure il blu e viola.

bb817f247c5d0ee25f6978fbc762351e (1)

L’apice dell’originalità l’ho trovato però in quest’outfit di Olivia Palermo, lei è un’esperta nello stupire con il suo stile!

Per cui se vi sentite coraggiose osate con scarpe e borsa di due colori differenti. Il segreto è abbinarle sempre ad un look monocolore.

83c574c62b4c0208b400b1f6e14956c6

Spero anche con questo post di avervi fatto venire la voglia di sperimentare, io adoro farlo!

Alla prossima Regine!

 

Foto: Pinterest

La top ten delle It Bag

Mie care Regine,

gli accessori si sa, sono croce e delizia di ogni donna!

In particolar modo le borse…

Pensiamo sempre di non averne mai a sufficienza e riusciamo a trovare mille scuse diverse per comprare l’ennesimo modello che ci ha conquistato il cuore!

In particolare io mi soffermo spesso a sognare  su quei modelli che hanno fatto la storia della moda e che rappresentano ancora oggi il desiderio proibito di molte donne.

Desiderio proibito perché la maggior parte di queste borse riporta prezzi a 4 cifre e pertanto sono alla portata di poche…ahimè!!

Ma non per questo non possiamo sognare no?

Ho stilato una sorta di classifica, anche se in realtà per me tutti questi modelli sono assolutamente alla pari per qualità e prestigio.

Iniziamo questa speciale Top Ten con la Peekaboo di Fendi, nata nel 2009 è stata già riprodotta in numerosissime varianti, molto comoda e capiente grazie alla suddivisione in due scompartimenti.

 

queenmarta.style.it

queenmarta.style.it

 

Sempre di Fendi, come non nominare la Baguette, nata nel 1997 è sicuramente la borsa che fino ad ora è stata oggetto di più varianti, si può trovare praticamente in qualsiasi fantasia e materiale e non manca occasione che venga richiesto a personaggi femminili del mondo dello spettacolo di crearne nuovi modelli.

 

shop.nordstrom.com

shop.nordstrom.com

Un altro modello mignon è questa Bamboo di Gucci, che deve il suo nome ovviamente al materiale di cui è composto il manico. Nata negli anni Quaranta è un magnifico esemplare di manifattura artigianale.

birdcagewalk.tumblr.com

birdcagewalk.tumblr.com

Un altro modello dei miei preferiti è la Hobo Bag di Celine, facilmente riconoscibile per la forma a trapezio, anch’essa disponibile in tantissime varianti.

shop-hers.com

shop-hers.com

Proseguiamo con la Cabas Bag di Bottega Veneta, bellissima borsa in pelle intrecciata, presente sul mercato dal 2001. Pensate che i maestri artigiani che la realizzano impiegano due giorni di tempo in quanto la pelle viene lavorata e intrecciata proprio come se fosse paglia.

 

bottegaveneta.com

bottegaveneta.com

Proseguiamo con la nostra classifica con un modello senza tempo, la Jackie O’ di Gucci. Ispirata a Jackie Kennedy questo modello si presenta funzionale, semplice e carismatico, proprio come la sua musa.

therealreal.com

therealreal.com

Come non elencare a questo punto, il bauletto Speedy di Louis Vuitton. Nato nei lontanissimi anni Trenta ( ma non si direbbe) viene rinnovato ogni anno per renderlo sempre desiderabile e attuale. Agli albori disponibile solo in tela di cotone, da molti anni invece anche in pelle.

allwomenstalk.com

allwomenstalk.com

Un altro intramontabile modello è la 2.55 di Chanel, chiamata così perchè nasce proprio nel Febbraio del 1955. Per descriverla, due parole, semplicemente inimitabile.

yourbagyourlife.com

yourbagyourlife.com

E in ultime, ma non per ultime, le due It Bag per eccellenza, la Birkin e la Kelly di Hermés.

La Birkin, creata negli anni Ottanta appositamente per Jane Birkin, è probabilmente la borsa più copiata. Viene riproposta ogni anno da moltissime aziende in modelli low cost.

imgfave.com

imgfave.com

La Kelly invece deve il nome a Grace di Monaco. La leggenda narra che il nome Kelly venne attribuito perché la principessa usò questa particolare borsa di Hermès per nascondere ai fotografi  la gravidanza che non era ancora stata annunciata ufficialmente.

playbuzz.com

playbuzz.com

Questa è la mia personale Top Ten , ma devo svelarvi un segreto…ho una passione smisurata solo per una di queste borse, ed è la famigerata Birkin…

Non ho purtroppo un modello di Hermès, ma sono riuscita ad acquistare comunque una buona borsa in pelle firmata Pablo Baldini, ben rifinita e ad un prezzo non superiore ai 100,00 euro fortunatamente.

La cosa fondamentale , pertanto ,quando acquistate una borsa, non è solo la griffe, ma la qualità…che si può trovare anche in articoli più economici rispetto alle borse che vi ho elencato prima.

Le caratteristiche di una borsa di qualità sono:

  • la fodera interna deve essere di una stoffa piacevole al tatto, tipo seta, gros-grain o jacquard di cotone. No al nylon o a quelle senza fodera, in quanto potrebbero rilasciare colore e macchiare. Eccezione è fatta per le borse in vimini.
  • se i dettagli in metallo sono leggeri, vuol dire che sono vuoti, o peggio in plastica.
  • le borse rigide devono avere tutte dei piedini in metallo.
  • la vera pelle ha “odore di pelle” e si graffia…se non lo fa è plastica o vinile.
  • manici e dettagli devono essere cuciti e non incollati.

Valutate durante i vostri acquisti, inoltre, che la borsa sia proporzionata al vostro fisico.

Se siete alte e magre preferite borse dalla forma arrotondata, viceversa se siete bassine o un po’ in carne le borse dalla forma allungata o squadrata andranno benissimo.

Inoltre fate attenzione, le borse che arrivano ai fianchi tendono a creare l’illusione di allargarli ancora di più, mentre le borse che arrivano alla vita danno la prospettiva che questa sia più sottile.

Sono sicura che dopo la lettura di questo post, avrete trovato ulteriori utili spunti per l’acquisto di una nuova borsetta….assolutamente indispensabile!!!