Guardaroba

3 cose che forse non sai sul tuo Armadio

Mie care Regine,

Marzo si avvicina e di conseguenza anche il lancio del mio nuovo servizio di Organizzazione del Guardaroba.

Oltre tutto vi consiglio di iscrivervi alla Newsletter, perché il lancio avverrà proprio tramite questo canale e ho in programma una promozione speciale per le prime ragazze fortunate che si prenoteranno.

Oggi, invece, parliamo sempre di Guardaroba, ma vorrei farvi riflettere su 3 cose che forse non sapete al riguardo di questo importante compagno di vita e che lo renderanno ancora più funzionale.

  • Occupate lo spazio solo per 3/4

Un armadio straripante di abiti non ci renderà chiaro con un colpo d’occhio il suo contenuto, al contrario ci manderà nella completa confusione e sarà molto difficile riuscire a creare degli abbinamenti sempre nuovi.

Il consiglio è quello di riempirlo per soli 3/4, in questo modo gli abiti avranno modo di arieggiare e di non sgualcirsi e saranno tutti completamente visibili davanti ai nostri occhi.

Inoltre bisogna sempre lasciare lo spazio per il futuro shopping, non trovate?

 

Una donna

 

  • Centrate l’obiettivo

Sicuramente avete degli abiti nel vostro armadio che sono i vostri preferiti, che rimangono la vostra coperta di Linus e con i quali vi sentite sempre perfette.

Capirete da sole che non ha senso nascondere questa tipologia di abiti sotto montagne di altri capi, ma dovranno essere sempre lì a portata di mano e ben visibili.

So che può sembrare una banalità, ma ho visto molti armadi in questo ultimo anno e vi posso dire che non è sempre così.

Finiamo sempre per non trovare quello che ci serve, è questa la verità, con conseguente perdita di tempo al mattino!

 

  • Via libera a scatole, scomparti ed etichette

Per rendere il guardaroba più ordinato e funzionale sarà importante dividere i capi in scompartimenti oppure decidere un criterio comodo per noi e seguirlo per tutto.

Io, per esempio, parto da un estremità dell’anta e proseguo seguendo il criterio della lunghezza e della tipologia del capo: quindi abiti lunghi, abiti corti, gonne lunghe, pantaloni, camicie e bluse, gonne corte.

C’è chi invece divide tutto per colore; è indifferente il metodo ma deve essere funzionale per voi.

Inoltre, se avete problemi di spazio e volete riporre gli abiti del cambio di stagione, ricordate di sistemarli in scatole con applicata un etichetta con scritto il contenuto.

 

Irene’s Closet

 

Sono fermamente convinta che questi consigli siano davvero utili, io stessa sto mettendo in pratica quello che ho imparato al corso di Closet Organizer e sto leggendo molti libri sull’argomento, tipo “Ogni cosa al suo posto” di Rebecca Winward.

Ho scoperto così che la nostra casa sarebbe un posto molto più vivibile se riponessimo gli oggetti proprio nel posto dove vengono utilizzati.

Io sto cercando una casa più grande e sicuramente seguirò questi insegnamenti quando sarà l’ora di arredarla.

Per il momento mi sto accontentando di sistemare il mio piccolo mini appartamento, in attesa di avere più spazio.

Vi ricordo anche che il 6 Ottobre 2018, presso Itinere Servizi Culturali di Sant’Ilario d’Enza (RE), partirà il corso dedicato a questi argomenti, che si chiamerà “Come ti sistemo il guardaroba”.

Vi aspetto numerose,

Un abbraccio

Marisa

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.