La top ten delle It Bag

Mie care Regine,

gli accessori si sa, sono croce e delizia di ogni donna!

In particolar modo le borse…

Pensiamo sempre di non averne mai a sufficienza e riusciamo a trovare mille scuse diverse per comprare l’ennesimo modello che ci ha conquistato il cuore!

In particolare io mi soffermo spesso a sognare  su quei modelli che hanno fatto la storia della moda e che rappresentano ancora oggi il desiderio proibito di molte donne.

Desiderio proibito perché la maggior parte di queste borse riporta prezzi a 4 cifre e pertanto sono alla portata di poche…ahimè!!

Ma non per questo non possiamo sognare no?

Ho stilato una sorta di classifica, anche se in realtà per me tutti questi modelli sono assolutamente alla pari per qualità e prestigio.

Iniziamo questa speciale Top Ten con la Peekaboo di Fendi, nata nel 2009 è stata già riprodotta in numerosissime varianti, molto comoda e capiente grazie alla suddivisione in due scompartimenti.

 

queenmarta.style.it

queenmarta.style.it

 

Sempre di Fendi, come non nominare la Baguette, nata nel 1997 è sicuramente la borsa che fino ad ora è stata oggetto di più varianti, si può trovare praticamente in qualsiasi fantasia e materiale e non manca occasione che venga richiesto a personaggi femminili del mondo dello spettacolo di crearne nuovi modelli.

 

shop.nordstrom.com

shop.nordstrom.com

Un altro modello mignon è questa Bamboo di Gucci, che deve il suo nome ovviamente al materiale di cui è composto il manico. Nata negli anni Quaranta è un magnifico esemplare di manifattura artigianale.

birdcagewalk.tumblr.com

birdcagewalk.tumblr.com

Un altro modello dei miei preferiti è la Hobo Bag di Celine, facilmente riconoscibile per la forma a trapezio, anch’essa disponibile in tantissime varianti.

shop-hers.com

shop-hers.com

Proseguiamo con la Cabas Bag di Bottega Veneta, bellissima borsa in pelle intrecciata, presente sul mercato dal 2001. Pensate che i maestri artigiani che la realizzano impiegano due giorni di tempo in quanto la pelle viene lavorata e intrecciata proprio come se fosse paglia.

 

bottegaveneta.com

bottegaveneta.com

Proseguiamo con la nostra classifica con un modello senza tempo, la Jackie O’ di Gucci. Ispirata a Jackie Kennedy questo modello si presenta funzionale, semplice e carismatico, proprio come la sua musa.

therealreal.com

therealreal.com

Come non elencare a questo punto, il bauletto Speedy di Louis Vuitton. Nato nei lontanissimi anni Trenta ( ma non si direbbe) viene rinnovato ogni anno per renderlo sempre desiderabile e attuale. Agli albori disponibile solo in tela di cotone, da molti anni invece anche in pelle.

allwomenstalk.com

allwomenstalk.com

Un altro intramontabile modello è la 2.55 di Chanel, chiamata così perchè nasce proprio nel Febbraio del 1955. Per descriverla, due parole, semplicemente inimitabile.

yourbagyourlife.com

yourbagyourlife.com

E in ultime, ma non per ultime, le due It Bag per eccellenza, la Birkin e la Kelly di Hermés.

La Birkin, creata negli anni Ottanta appositamente per Jane Birkin, è probabilmente la borsa più copiata. Viene riproposta ogni anno da moltissime aziende in modelli low cost.

imgfave.com

imgfave.com

La Kelly invece deve il nome a Grace di Monaco. La leggenda narra che il nome Kelly venne attribuito perché la principessa usò questa particolare borsa di Hermès per nascondere ai fotografi  la gravidanza che non era ancora stata annunciata ufficialmente.

playbuzz.com

playbuzz.com

Questa è la mia personale Top Ten , ma devo svelarvi un segreto…ho una passione smisurata solo per una di queste borse, ed è la famigerata Birkin…

Non ho purtroppo un modello di Hermès, ma sono riuscita ad acquistare comunque una buona borsa in pelle firmata Pablo Baldini, ben rifinita e ad un prezzo non superiore ai 100,00 euro fortunatamente.

La cosa fondamentale , pertanto ,quando acquistate una borsa, non è solo la griffe, ma la qualità…che si può trovare anche in articoli più economici rispetto alle borse che vi ho elencato prima.

Le caratteristiche di una borsa di qualità sono:

  • la fodera interna deve essere di una stoffa piacevole al tatto, tipo seta, gros-grain o jacquard di cotone. No al nylon o a quelle senza fodera, in quanto potrebbero rilasciare colore e macchiare. Eccezione è fatta per le borse in vimini.
  • se i dettagli in metallo sono leggeri, vuol dire che sono vuoti, o peggio in plastica.
  • le borse rigide devono avere tutte dei piedini in metallo.
  • la vera pelle ha “odore di pelle” e si graffia…se non lo fa è plastica o vinile.
  • manici e dettagli devono essere cuciti e non incollati.

Valutate durante i vostri acquisti, inoltre, che la borsa sia proporzionata al vostro fisico.

Se siete alte e magre preferite borse dalla forma arrotondata, viceversa se siete bassine o un po’ in carne le borse dalla forma allungata o squadrata andranno benissimo.

Inoltre fate attenzione, le borse che arrivano ai fianchi tendono a creare l’illusione di allargarli ancora di più, mentre le borse che arrivano alla vita danno la prospettiva che questa sia più sottile.

Sono sicura che dopo la lettura di questo post, avrete trovato ulteriori utili spunti per l’acquisto di una nuova borsetta….assolutamente indispensabile!!!

 

 

 

 

 

Annunci

2 pensieri su “La top ten delle It Bag

  1. Les Particulier ha detto:

    So che la Kelly ha un prezzo da capogiro (credo intorno ai 25.000 euro) ma anche se bella la trovo poco funzionale nell’aperura. Le borse che più amo in assoluto sono quelle di Chanel, il massimo della femminilità 😉
    Ciao e a presto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...